Sono un persona complessa,

ossessionata dal miglioramento, sono sempre alla ricerca di nuovi buoni propositi da mettere in atto e poi, poco dopo abbandonare perché non ho costanza,

ma voglio migliorare questo mio atteggiamento e il miglior modo per farlo, secondo me, è quello di rendere i miei buoni propositi pubblici,

e fare in modo che anche voi mi aiutate a trasformare i miei buoni propositi in sane abitudini.

Pena per il fallimento – la vergogna.

Ultimamente i miei buoni propostiti si concentrano tutti sull’aspetto della mia vita più interessante, stressante e produttivo, il mio lavoro,

(oddio a volte i miei buoni proposti vanno anche sul classico eh, e cioè – devo dimagrire, devo andare in  palestra e mangiare sano, e il sempreverde non berrò mai più del lunedì mattina, ma questa è un’altra storia e la tratteremo in un altro momento, magari in un post dove parleremo di vera inconcludenza e sopratutto del mentire a se stessi) n.d.r.

Torniamo ai buoni propositi relativi il mio lavoro,

Il mio lavoro come ormai avrete capito è quello di vivere sui social, (no dai ricominciamo)

Il mio lavoro è quello di convincervi che sono brava nel mio lavoro, e che Hobenink è la svolta della vostra vita.

In realtà miei cori follower questo è tutto vero, ma appunto, in questo difficile mondo io devo convincervi che è così.

Ma torniamo ancora ai buoni propositi.

Mi sono ripromessa per la seconda volta quest’anno di dare costanza al blog, il blog di Hobenink.

Quindi questa settimana è la prima settimana di costanza del blog,

udite udite amici, ho deciso di fare ben 2 articoli a settimana (è un suicidio lo so)

ma non posso farne a meno e vi spiego il motivo.

Prima cosa, come ho detto nel primo rigo di questo blog,

io sono una persona complessa, e il mio business mi rappresenta anche in questo,

anche il mio business è complesso e ho capito che non basta un solo post per me, perchè io ho bisogno di un post dove parlare di cose nosense come queste, e di un post dove devo ritornare alla mia missione, che è quella di convincervi che io sono meglio dei miei competitor, (senti che paroloni)

e quindi di un post dove parlare di cose che possono interessare a voi e non solo a me.

Ho poco tempo, perché sono piena di lavoro, e questo mio buono proposito sono sicura che cadrà in quel buco nero che è l’inconcludenza dei buoni propositi rimandati per mancanza di tempo e di voglia pure, ma più di tempo.

Un altro ostacolo a raggiungimento di questo obiettivo è che non so scrivere, non nel senso che sono analfabeta, intendiamoci, non so scrivere come dovrebbe scrivere una che come proposito quello tenere vivo un blog,

ma questa lacuna la colmerò con la pratica, e con i vostri suggerimenti, sono sicura che insieme possiamo riuscirci.

Questo era un post, un post di prova, un post di presentazione di quello che sono io e di quello di cui nutro Hobenink, se volete avere aggiornamenti costanti di quello che dico o faccio qui in Vicolo Bianco 7/c a Bologna vi consiglio di seguirmi su Instagram, li faccio delle stories che sono ciò che di più vero c’è in Hobenink,

In HobenInk c’è tanto tempo a studiare le passioni di tutti, c’è tanto tempo a studiare le grafiche da proporvi, tanto tempo a raccogliere informazioni su cosa vi piace e cosa no, e sopratutto c’è tutto il cuore e la testa che un progetto può contenere, la professionalità e l’esperienza sono un contorno abbondante, non mancano, ma io non voglio che voi scegliate HobenInk perché è meglio di altri, io voglio che voi scegliate HobenInk perchè è il più vero degli altri,

qui non facciamo solo bei regali, non facciamo solo belle grafiche, e t-shirt alla moda, qui costruiamo rapporti ed esperienze, non siete più clienti ma amici,

Quando comprate un regalo in HobenInk per il vostro fidanzato, poco ci manca che vi chiedo il video della sua reazione, perchè dentro quello che regalate non solo ci siete voi e la vostra esperienza di regalo perfetto, ma ci sono pure io e faccio un bel po’ di casino.

…detto ciò ecco finito il primo post della rubrica – Hobenink e altre storie fantastiche.

A  Giovedì con il post “serio”

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.